COMUNICAZIONE ANNUALE LAVORATORI SOMMINISTRATI - art. 36, comma 3 del D.Lgs. n. 81/2015

24 gennaio 2018

Si ricorda che entro il 31 gennaio 2018 le aziende che hanno utilizzato lavoratori in somministrazione nell’anno 2017, devono darne comunicazione alle rappresentanze sindacali aziendali (RSA) ovvero alla rappresentanza sindacale unitaria (RSU), o in mancanza, alle associazioni territoriali di categoria aderenti alle confederazioni dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale.

La comunicazione, deve contenere le seguenti informazioni:

  •          Il numero dei contratti di somministrazione di lavoro conclusi;
  •          la durata dei contratti;
  •          il numero e la qualifica dei lavoratori interessati.

 

L’invio della comunicazione potrà avvenire tramite:

- raccomandata con ricevuta di ritorno;

- posta elettronica certificata (PEC).

 

Il mancato o il non corretto assolvimento dell’obbligo entro il 31 gennaio 2018, determina l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da € 250 ad € 1.250, ai sensi dell’art. 40 del D. Lgs. n. 81/2015.

 

Lo studio rimane a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti.

 

Distinti saluti.

 

                                                                                             

                                                                                                                Studio Associato Marchetti

 

Archivio news

 

News dello studio

giu13

13/06/2018

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO: ADEMPIMENTI AZIENDA OSPITANTE

Legge n. 107 del 13 luglio 2015 – art. 1, commi da 33 a 43 Nota MIUR n. 3355 del 28 marzo 2017 Decreto MIUR n. 195 del 3 novembre 2017   L’art. 1, commi 33-43 della Legge n. 107

giu6

06/06/2018

NOVITA' IN MATERIA DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE

- Decreto del Ministero del Lavoro del 22 marzo 2018 pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19 aprile 2018; - Legge annuale per il mercato e la concorrenza, art. 1, c. 38, Legge n. 124 del 4.08.2017 in

apr16

16/04/2018

PRIVACY LA NUOVA DISCIPLINA EUROPEA Regolamento UE 2016/679

Dal 25 maggio 2018 sarà applicabile il nuovo Regolamento UE sulla Privacy o GDPR (General Data Protection Regulation) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27.04.2016, relativo alla

News

dic4

04/12/2018

Bilancio di previsione: lo schema di parere come utile strumento per il revisore

I revisori dei conti di Comuni, Province